Supervisione

Supervisione

HumanaMente Centro di Psicologia e Psicoterapia si occupa del benessere lavorativo attraverso l'attivazione di percorsi di Supervisione rivolti a tutte quelle organizzazioni che, rilevando il bisogno di un approfondimento delle dinamiche lavorative ed organizzative, sono interessate a prendersi cura di esse.

Questo è un servizio che risulta essere fondamentale per tutte quelle realtà organizzative del terzo settore che investono nelle relazioni di aiuto, nel garantire presso i loro servizi figure professionali che possano dare aiuto e sostegno a chi si trova in difficoltà. Questo tipo di professioni, in letteratura, risultano più ad alto rischio di burn-out a causa dell’impegno e coinvolgimento emotivo che mettono in campo quotidianamente.

Tuttavia, sia nelle organizzazioni del terzo settore che nelle realtà organizzative profit possono altresì verificarsi ulteriori dinamiche relazionali basate su sentimenti più che naturali ma a volte ostativi per il raggiungimento del benessere lavorativo e di gruppo, come sentimenti di malessere, rivalità, invidia, competizioni. Questi sentimenti possono nel tempo generare dei processi inibitori e/o depressivi che non favoriscono i cambiamenti e riducono le possibilità di essere flessibili e costruttivi, incidendo in tal modo negativamente sui processi di sviluppo dell'organizzazione stessa.

A partire dall’idea che nelle organizzazioni il successo dell'impresa dipende interamente dalle persone che lavorano al loro interno, noi di HumanaMente crediamo che la supervisione in gruppo, condotta da uno psicologo esperto, si configuri come uno spazio protetto e tutelato entro il quale l'equipe ha l'opportunità di ripensare ai propri scopi, obiettivi, modalità di lavoro, ruoli e comportamenti organizzativi al fine di rivedere e rivalutare con metodo l'agire professionale. Tutto questo senza perdere di vista il rapporto circolare di reciproca influenza tra individuo e sistema organizzativo.

Si punta in tal senso a supportare e accompagnare l’equipe di lavoro ad aumentare i livelli di consapevolezza e a ritrovare aspetti di risorsa, spesso fornendo indicazioni tecniche o sollecitando, attraverso l'ausilio di tecniche attive e psicodrammatiche, la ricerca di strumenti per comprendere, analizzare e agire davanti alle situazioni di difficoltà.

La supervisione può rappresentare un valido strumento non solo nei casi di crisi e sofferenza dei contesti lavorativi ma anche in tutte quelle situazioni in cui, si rende necessario intervenire attraverso l'attivazione di processi di empowerment, team building, creazione di una leadership efficace o attivare processi di sviluppo delle risorse umane.

Lo staff di HumanaMente ad oggi ha sviluppato diversi percorsi di supervisione per organizzazioni del terzo settore impegnate in particolare in servizi di assistenza e di accoglienza per migranti, minori stranieri non accompagnati e servizi assistenziali per minori.

Ultime notizie

Ripartono nel Trapanese, nel rispetto delle disposizioni per il contenimento dell’epidemia di Covid-19, le attività del progetto “Infanzia in gioco”

Ripartono nel Trapanese, nel rispetto delle disposizioni per il contenimento dell’epidemia di Covid-19, le attività del progetto “Infanzia in gioco”

La “fase tre” della ripresa delle attività su tutto il territorio nazionale dopo il periodo acuto dell’epidemia di coronavirus segna anche, nel Trapanese, il riavvio graduale delle attività del progetto “Infanzia in gioco”, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile,  che vede capofila la cooperativa sociale HumanaMente onlus di Trapani.
Leggi tutto
Le storie di Maremè -"La strada che non ha nome"

Le storie di Maremè -"La strada che non ha nome"

Eccoci con un'altra storia un po' bizzarra narrata da Mareme' il giovane " acciuffastorie. Ha per titolo "La strada che non ha nome" Buona visione da Infanzia in gioco Mazara del Vallo!
Leggi tutto
LE BOTTIGLIE SENSORIALI

LE BOTTIGLIE SENSORIALI

Ciao Amici di Infanzia in gioco! Lo spazio di Favignana propone un’attività per i più piccoli: le BOTTIGLIE SENSORIALI! Ma a cosa servono le bottiglie sensoriali? Lo scopo è la stimolazione di tutti i sensi dei bambini. Curiosità! La Montessori nella sua Casa dei Bambini faceva “costruire” ai bambini stessi le bottiglie sensoriali poiché dovendo essere realizzate con materiali diversi, anche di recupero, permetteva ai bambini di avvicinarsi a tutto ciò che li circondava, incoraggiandoli ad esplorare il mondo con tutti i sensi e a scoprire poi come gli oggetti si muovevano nell’acqua, il rumore che producevano e le reazioni che potevano provocare. Guarda il video e scopri come prepararle…vedrai anche un’idea per “conservare l’estate”! Lo spazio Infanzia in gioco di Favignana vi augura una buona estate e Arrivederci a Settembre… più carichi di prima! #infanziaingioco #favignana #coopmadreteresadicalcutta Coop Madre Teresa di Calcutta
Leggi tutto